FRATEL ROBERTO  
     
     
 
Fratel Roberto Bertolo nasce a Tradate il 2 gennaio 1969, frequenta le scuole primarie e le scuole medie a Lonate Ceppino.

All’età di 14 anni inizia gli studi professionali a Tradate, ed in seguito si specializza come operaio edile, lavorando presso una impresa della zona.

Conosce i missionari comboniani frequentando il GIM – Giovani Impegno Missionario – e inizia così il suo cammino di discernimento.

Nel settembre 1995 è a PADOVA per il Postulato e frequenta corsi di meccanica e macchine, terminandoli nel 1997.

Nel settembre 1997 entra in Noviziato a VENEGONO SUPERIORE, e si immerge nella spiritualità del Comboni.

Termina il Noviziato nell’estate del 1999, emettendo i suoi primi voti.

Il 6 agosto 1999 parte alla volta di NAIROBI (Kenya) per lo Scolasticato presso il “Comboni Brother’s Center”, terminandolo nel maggio 2003.

Ritorna in Italia.

Nel gennaio 2004 riparte per ADDIS ABEBA (Etiopia) al fine di imparare la lingua amarico.

Nel dicembre 2004 è destinato alla Missione di GILGEL BELES, sempre in Etiopia, a 150 km dal Sudan, presso la popolazione dei Gumuz, dove tuttora opera.

Il 10 giugno 2006 Fratel Roberto Bertolo ha emesso i voti perpetui come fratello comboniano nella nostra parrocchia.

FRATEL ROBERTO si occupa della gestione della Missione ed in particolare dell’Asilo che dal mese di Settembre ha ripreso l’attività con 140 bambini che riempiono le sue mattine con il loro cantare, vociare, giocare.

Viene supportato da tre insegnanti del luogo.

Con l’asilo e le scuole di alfabetizzazione che hanno nei villaggi, Fratel Roberto insieme alla sua comunità cerca di integrare ed aiutare concretamente i Gumuz per renderli parte delle scelte del loro paese.

Fratel Roberto pensava di disporre della nostra offerta per l’ordinaria gestione dell’asilo al fine di garantire un pasto al giorno per ogni bambino (nell’ultimo anno il costo dei cereali è raddoppiato) ed una paga dignitosa alle tre insegnanti e per le spese di cancelleria.

Fratel Roberto ringrazia tutti i benefattori per essergli vicino con la preghiera ed i loro gesti di generosa Solidarietà.